I progetti del bando Never Alone

Scopri di più sulle otto iniziative finanziate nel 2018

SAAMA

"Saama" nella lingua Mandinka utilizzata in Africa Occidentale significa "Domani". E proprio per assicurare un futuro di accoglienza e condivisione per i giovani migranti arrivati soli in Italia che nasce SAAMA – Strategie di Accompagnamento all’Autonomia per Minori Accolti, un progetto frutto della collaborazione di 13 soggetti pubblici e privati per sviluppare iniziative rivolte a ragazze e ragazzi stranieri non accompagnati di età compresa tra i 15 e i 21 anni, con l’obiettivo di valorizzarne risorse e competenze.

Il progetto si fonda su quattro pilastri: un sistema di accoglienza competente in termini di comunità educante, che condivide informazioni, metodi e strumenti di lavoro; definizione e trasferimento di buone pratiche riadattandole a contesti territoriali diversi da quelli di origine; lo sviluppo di modelli di apprendimento non formale volti a fare emergere, valorizzare e accrescere le competenze dei minori e a creare momenti di socializzazione che rafforzino i loro legami sul territorio a partire dal mondo del lavoro e dal gruppo dei pari; la messa in campo di azioni di comunicazione per valorizzare modelli sociali basati sulla condivisione, lo scambio, e l’arricchimento reciproco.

 

Dettagli

Luogo: Agrigento, Marsala (TP), Palermo

Associazione: SEND

Beneficiari: 310 (beneficiari previsti)

Contributo: 445.000 euro

Anno/Durata: Data inizio aprile 2019 durata: 36 mesi

Integrazione per il futuro

Il progetto Integrazione per il futuro: Strada Facendo verso l’autonomia di minori e giovani stranieri che arrivano in Italia soli di Oxfam Italia si pone in continuità con il progetto nazionale "Strada Facendo" (2017-2020). L’intervento, attraverso un approccio inclusivo, integrato e compartecipato, risponde alle principali criticità dei minori stranieri non accompagnati: autonomia lavorativa, accesso ad una adeguata formazione professionale, inclusione socio-culturale, diritto alla casa.

L’accento della nuova proposta cade sulla parola futuro, sia nel breve periodo per agevolare l’uscita dalla comunità di accoglienza, sia in un’ottica di lungo periodo, favorendo lo sviluppo di comunità inclusive e in grado di rispondere positivamente ai bisogni dei ragazzi, in cui ciascun individuo condivide responsabilità e partecipazione.

Il percorso si articola in diverse azioni integrate, con iniziative di educazione su diritti e doveri nel mondo del lavoro, formazione linguistica specialistica e proposte formative realizzati sulle caratteristiche del mercato locale; viene inoltre fornita la possibilità di effettuare tirocini extra-curricolari e percorsi di sostegno all’alloggio.

 

Dettagli

Luogo: Augusta, Catania, Firenze, Messina, Milano, Siracusa

Associazione: Oxfam Italia Intercultura Società Cooperativa Sociale di Tipo A Onlus

Beneficiari: 120 previsti

Contributo: 445.000 euro

Anno/Durata: Inizio aprile 2019 durata: 36 mesi

Le rotte del gusto

Il progetto Le rotte del gusto - Accompagnamento all’autonomia dei MSNA tramite percorsi di presa in carico integrata si pone nel solco della positiva esperienza della Gelateria Popolare+ di Torino, con l’obiettivo sostenere l’inclusione dei giovani migranti, insegnando loro a fare il gelato.

Attraverso la creazione di un marchio in franchising, da adeguare alle specifiche esigenze dei territori, si coinvolgono i minori in percorsi di formazione e tirocini. Sperimentando il modello "Housing first" (HF), si promuovere l’autonomia abitativa come punto di partenza invece che come obiettivo finale.

In parallelo il progetto promuove la formazione linguistica e l’inclusione sociale: attraverso il progetto i giovani stranieri hanno la possibilità di integrarsi progressivamente all’interno delle comunità di riferimento e di sentirsi parte attiva.

 

Dettagli

Luogo: Napoli, Palermo

Associazione: Società Cooperativa sociale Progetto Tenda

Beneficiari: 50 previsti

Contributo: 442.000 euro

Anno/Durata: Inizio marzo 2019 durata: 30 mesi

P.O.P.E.Y.E.

P.O.P.E.Y.E. Pathway of Orientation for Promoting and Enhancing Youth Employment è una iniziativa volta a favorire l’inclusione lavorativa, sociale e relazionale dei ragazzi entrati in Italia come minori stranieri non accompagnati e presenti nelle strutture di accoglienza del territorio campano.

Attraverso quattro centri multiculturali di orientamento nelle province di Caserta, Napoli, Avellino e Salerno, tutor ed educatori guidano i ragazzi in percorsi paralleli e complementari di accompagnamento al lavoro, di inclusione sociale e relazionale e di autonomia abitativa.

Il sostegno si articola in maniera multidimensionale, con interventi volti a favorire l’autonomia, l’orientamento al lavoro e l’inclusione linguistica, sociale e culturale in armonia con le politiche regionali di inserimento lavorativo, mettendo in rete i servizi offerti dal partenariato con quelli degli altri attori e stakeholders territoriali.

 

Dettagli

Luogo: Caserta, Napoli, Avellino e Salerno

Associazione: La Rada Consorzio di Cooperative Sociali S.C.S.

Beneficiari: 400 previsti

Contributo: 440.000 euro

Anno/Durata: Inizio aprile 2019 durata 26 mesi

Xing

Favorire l’inclusione socio-lavorativa dei minori soli non accompagnati e neo-maggiorenni (17-21 anni) nelle città di Roma, Torino e Catania attraverso un approccio che prova a rispondere in maniera efficace alle differenti esigenze formative e lavorative dei destinatari, integrandosi con le iniziative di accoglienza già attive sui territori.

Il progetto Xing – Crossing: Percorsi di inserimento per giovani migranti, vede come ente capofila Programma integra s.c.s. in partnership con Save the Children Italia, Comune di Torino, Esserci, Cooperativa Civico Zero, Associazione Centro Astalli, Prospettiva e CIR – Consiglio Italiano per i Rifugiati.

Il metodo di intervento prevede l’adozione di un approccio metodologico comune nella definizione dei percorsi di integrazione e di inserimento socio-lavorativo, puntando a valorizzare le competenze, i talenti e le esperienze lavorative pregresse dei giovani per cogliere le opportunità offerte dal mercato del lavoro, rappresentando una valida alternativa allo sfruttamento.

Una modalità che si concretizza in percorsi di alfabetizzazione e valutazione delle competenze, piani di sviluppo professionale, laboratori di empowerment e coaching, orientamento all’autonomia abitativa.

 

Dettagli

Luogo: Catania, Roma, Torino

Associazione: Programma integra s.c.s.

Beneficiari: 800 previsti

Contributo: 435.000 euro

Anno/Durata: Inizio aprile 2019 durata 24 mesi

Work in progress

Dare ai giovani migranti gli strumenti per favorire una positiva conclusione del percorso di accoglienza, agevolando la fase di crescita e conquista dell’autonomia lavorativa e abitativa e favorendo la loro inclusione sociale.

Sono gli obiettivi di WORK IN PROGRESS: Transizioni per la cittadinanza, una iniziativa dedicata ai MSNA (minori stranieri non accompagnati) nel territorio di a Milano.

Mettendo in rete le competenze di vari Enti, il progetto promuove un sistema pubblico/privato, non profit/profit in cui il minore è al centro, per poterlo accompagnare nella delicata fase di maturazione sociale.

L’iniziativa include formazione linguistica e professionale “on job”, il potenziamento dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro, l’attivazione di buone prassi per contrastare il carovita legato ai costi dell’alloggio, lo sviluppo di una rete di conoscenze e di relazioni proprie. In questa fase dell’intervento è previsto il coinvolgendo, in particolare, di coetanei italiani, che possano sostenere e stimolare l’accoglienza dei giovani migranti.

 

Dettagli

Luogo: Milano

Associazione: Centro Ambrosiano di Solidarietà Onlus - CEAS

Beneficiari: 160 previsti

Contributo: 430.000 euro

Anno/Durata: aprile 2019 durata 30 mesi

Doman Ansema

Doman Ansema, che in Piemontese significa "Domani Insieme", è un progetto che coinvolge alcuni comuni della Valle di Susa, un’area che ha la peculiarità di accogliere 0,77 MSNA (Minori Stranieri Non Accompagnati) ogni 1.000 abitanti, superando di molto il dato nazionale (0,3).

L’obiettivo è favorire, in questo particolare contesto dove il coinvolgimento della Comunità locale è la chiave per il raggiungimento di un’autonomia di vita forte e radicata sul territorio per i migranti, l’integrazione socio lavorativa dei giovani stranieri residenti, sulla base delle loro diverse esigenze e aspirazioni.

Il percorso include attività di inclusione sociale e relazionale (attraverso laboratori con scuole superiori, inserimenti in gruppi aggregativi, incontri con lavoratori del territorio, volontariati attivi, eventi), inclusione linguistica e culturale (utilizzando uno strumento informatico per la condivisione dei patti formativi individuali, incrementando ii percorsi di apprendimento della lingua, partecipando ad attività culturali del territorio, potenziando i supporti sociali), accompagnamento al lavoro (valutazione delle competenze dei MSNA, matching con bisogni delle aziende, formazione sul lavoro, nuovi percorsi formativi, tirocini, accompagnamento alla autoimprenditorialità) e supporto all’autonomia abitativa (informazione e formazione su diritti, doveri e pratiche per un alloggio autonomo, sperimentazione di autonomie supportate).

 

Dettagli

Luogo: Bussoleno, Oulx, Rubiana, Salbertrand, Susa

Associazione: P.G. Frassati scs Onlus

Beneficiari: 90 previsti

Contributo: 305.000 euro

Anno/Durata: Inizio aprile 2019 durata 30 mesi

Inclusive Zone

Il progetto Inclusive Zone. Promuovere l'inclusione socio-lavorativa dei MSNA nell'area metropolitana fiorentina propone percorsi ed attività finalizzati alla crescita, all’integrazione e alla progressiva autonomia ai giovani migranti nel comune Scandicci (Firenze).

Le attività ruotano intorno al Ginger, uno spazio pubblico situato al centro della cittadina dove è possibile elaborare e realizzare iniziative sociali, culturali e di avviamento al lavoro. L’iniziativa coinvolgere le realtà della società civile e produttiva sensibili ai temi dell’accoglienza e dell’inclusione e punta a sensibilizzare quelle meno attente, promuovendo così lo sviluppo e la crescita reciproca di tutti gli attori coinvolti.

La logica del progetto è improntata all’adozione di un approccio "comprensive", che si traduce in attività e percorsi personalizzati e integrati per i giovani migranti, che consentano di ridurre i tempi di transizione da una condizione di vulnerabilità a una condizione di autonomia sociale ed economica. Si punta così a favorire la bi-direzionalità dei processi di integrazione e positive ricadute nelle comunità di accoglienza. In particolare, il confronto tra ragazzi della stessa età favorisce, attraverso lo scambio delle idee, una reciproca crescita individuale.

 

Dettagli

Luogo: Scandicci (FI)

Associazione: COSPE - Cooperazione per lo Sviluppo dei Paesi Emergenti

Beneficiari: 40 previsti

Contributo: 258.000 euro

Anno/Durata: Inizio aprile 2019 durata 36 mesi