Enel Cuore sostiene il San Raffaele nell’emergenza COVID-19

Pubblicato il 4 maggio 2020

Enel Cuore e Ospedale San Raffaele di Milano insieme nella lotta al coronavirus: la Onlus del gruppo Enel ha contribuito alla realizzazione di un’area adiacente al pronto soccorso per i pazienti che hanno bisogno di supporto respiratorio in attesa del trasferimento nei reparti Covid. La nuova area della struttura ospedaliera milanese, interamente dedicata a pazienti Covid-19, è in grado di ospitare fino a 35 persone contagiate ed è dotata di 7 posti letto di pronto soccorso cardiologico. Enel Cuore con il suo contributo desidera rispondere alla necessità di adeguare le attuali strutture ospedaliere della Regione Lombardia con l’allestimento di nuovi posti letto di terapia intensiva e con strutture di pre-triage per le attività di prima accoglienza necessarie per la gestione e la cura dei pazienti affetti da coronavirus.

La donazione rientra tra le misure messe a punto da Enel Cuore per affrontare l’emergenza epidemiologica a sostegno delle principali realtà impegnate nell’assistenza sanitaria e sociale. La Onlus del Gruppo Enel ha stanziato 23 milioni di euro sia per progetti già individuati, sia per altri in fase di individuazione, che verranno scelti in tempi brevi grazie al dialogo e il continuo coordinamento con Protezione Civile e Autorità nazionali e regionali. Gli interventi andranno a sostenere nell’immediato le attività volte a contrastare l’emergenza sanitaria e a supportare le strutture ospedaliere e sanitarie che combattono l’epidemia sul territorio. Inoltre, i contributi verranno destinati alle organizzazioni del terzo settore e alle amministrazioni locali per garantire le attività in atto e sostenere la prossima fase di ripresa.