• {{searchSuggestions.title}}

20 anni, migliaia di storie, una grande umanità

20 anni, migliaia di storie, una grande umanità

Il nostro ventesimo anniversario è dedicato a chi è sempre dalla parte giusta: quella dove c’è più bisogno.

02:04

20 anni per i più fragili, le comunità e la crescita dei territori.

02:14

20 anni di solidarietà, inclusione e qualità della vita.

03:45

Auguri speciali per i nostri 20 anni.

Dal 2003 abbiamo sostenuto oltre 950 progetti e donato circa 120 milioni di euro per aiutare chi aiuta: le realtà del Terzo Settore che operano in tutta Italia con iniziative di inclusione sociale, inserimento lavorativo, contrasto all’abbandono scolastico, tutela della salute e percorsi di accompagnamento all’autonomia di chi è più fragile.

Sono passati 20 anni e confermiamo con forza la nostra missione: essere al servizio delle comunità e dei territori, ascoltare i bisogni delle persone, mettere in campo azioni concrete in grado di rispondere in modo tangibile e creare un ponte fra istituzioni, società civile e il Terzo Settore, rafforzandone la relazione e il dialogo.

Il 12 dicembre all’Auditorium Parco della Musica di Roma abbiamo celebrato questo anniversario con il tradizionale concerto di Natale della JuniOrchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, espressione di talento musicale che supportiamo con 15 borse di studio.

Il nostro impegno in quattro aree di intervento è un percorso di vicinanza alle persone e di sostegno capillare, con particolare attenzione alle marginalità e alle zone più svantaggiate del Paese, ma anche interventi immediati in situazioni di crisi, come le iniziative messe in campo durante la pandemia e la donazione per la recente alluvione in Emilia-Romagna.

{{item.title}}

Cultura dell’educazione

Per costruire un domani migliore, il punto di partenza è l’educazione. Supportando iniziative in questo ambito cerchiamo di garantire un’istruzione equa, di qualità e inclusiva per contrastare l’abbandono scolastico e le disuguaglianze educative.

Ne sono un esempio il progetto Fare Scuola insieme a Fondazione Reggio Children – Centro Loris Malaguzzi, i Base Camp – Presidi Educativi Territoriali, o il progetto Next Land con l’Associazione Next Level, focalizzati sul dare una nuova valenza educativa agli spazi scolastici, sul sostegno allo studio dei ragazzi a rischio marginalizzazione e con Bisogni Educativi Speciali, e sulla sensibilizzazione di studenti e studentesse all’importanza delle discipline STEM.

I primi anni di vita e l’età adolescenziale sono i momenti più sensibili per la crescita di una persona, per questo insieme a Save The Children sosteniamo i bambini da 0 fino ai 3 anni con il progetto Polo 1000 giorni, mentre con il MOIGE puntiamo a diffondere tra i ragazzi e le famiglie una conoscenza più consapevole del digitale e a contrastare ogni tipo di bullismo attraverso il progetto Giovani Ambasciatori per la cittadinanza digitale.

Un’attenzione particolare anche ai più piccoli con fragilità cognitiva che a Torino, grazie al Centro HPL dell’Associazione Consulta per le persone in difficoltà, hanno a disposizione sin dalla prima elementare un percorso con supporto specialistico personalizzato così che possano sviluppare abilità utili sia nelle discipline scolastiche, sia nella quotidianità.

Crediamo nei valori educativi dello sport che possono offrire un contributo decisivo all'educazione, alla formazione e allo sviluppo dei giovani: per questo supportiamo  Sport Power di Sport Senza Frontiere Onlus e la Comunità Frontiera Lillo Zarba e Vincenzo Fontana Onlus che, con il progetto Città dei Ragazzi  a Mola di Bari, punta a prevenire il disagio e la devianza minorile attraverso attività sportivo-educative con la realizzazione di un vero e proprio Centro Polisportivo, punto di riferimento per tutto il territorio.

Questi sono solo alcuni dei progetti messi in atto su tutto il territorio nazionale che perseguono un grande obiettivo comune: promuovere l’istruzione e l’inclusione come linfe vitali per le nuove generazioni e dare a ogni studente la possibilità per esprimere al meglio il proprio talento e gli strumenti necessari per cogliere tutte le opportunità che il futuro ha da offrire e realizzare pienamente i propri sogni.

 

{{item.title}}

Inserimento e autonomia sociale

In questa area di intervento, il nostro sostegno è dedicato a tutte quelle persone che vivono in una situazione svantaggiata, di difficoltà economica, di disagio sociale, culturale o di genere, o per cause legate a fragilità fisiche o cognitive.

Percorsi di formazione che valorizzano capacità e competenze, iniziative di empowerment, di accompagnamento e reinserimento nel mondo del lavoro: sono numerosi i progetti sostenuti in 20 anni e che continuiamo a supportare per dare a tutti il diritto a una vita dignitosa.

Tra questi ricordiamo Fili intrecciati al fianco di Oxfam Italia Intercultura, Fondo Autonomia dell’Associazione D.i.Re, la rete nazionale antiviolenza REAMA di Fondazione Pangea, tutti dedicati a un tema che, soprattutto negli ultimi anni, ha visto un aumento esponenziale di donne vittime di femminicidi e molestie: la violenza di genere.

Reti di sostegno a 360 gradi per far ripartire la vita personale, familiare e lavorativa di chi ha subito violenza, riacquisendo una piena libertà economica e sociale.

Una missione comune anche al progetto Casa Marzia di Fondazione Arché che offre un luogo sicuro alle famiglie monogenitoriali in difficoltà, offrendo loro un alloggio dove iniziare il percorso per la loro nuova vita.

Progetti che aprono la strada a nuove opportunità di vita e di autonomia socio-economica anche per i giovani e i più fragili, come Fast&Future con Borgo Ragazzi Don Bosco che li sostiene nell’ingresso al mondo lavorativo, l’Oasi del Cervo e della Luna di Fondazione Domus de Luna che unisce salvaguardia della biodiversità con un percorso di crescita e di inserimento lavorativo, Cime di rapa 4.0, progetto di imprenditoria sociale, inclusione e tutela del territorio, Fenix 2 con Centro ELIS per favorire il reinserimento socio-economico di minori e giovani adulti in conflitto con la legge attraverso una formazione tecnico-professionale, o ancora quello al fianco di Cooperativa Sociale Download: l’Albergo Etico  e la prima Accademia dell’indipendenza dedicati a persone con disabilità intellettiva e/o fisica che ricevono una formazione per lavorare nel settore turistico-ricettivo.

Il bando “Nel Cuore del Sud”, lanciato con la Fondazione Con Il Sud, è un ulteriore dimostrazione di come i percorsi di inserimento sociale e lavorativo di persone con fragilità o a rischio marginalità rappresentino non solo nuova prospettiva di crescita per chi vive in situazioni economico-sociali difficili, ma anche un’occasione di sviluppo territoriale: il bando ha sostenuto diversi progetti che vanno dall’artigianato all’agricoltura, dall'enogastronomia alla tessitura, ridando valore alle tradizioni a rischio di scomparire.

 

{{item.title}}

Povertà e inclusione

L’ultimo rapporto Caritas evidenzia come, nel 2022 la povertà assoluta in Italia abbia raggiunto i suoi massimi storici, con oltre 2,1 milioni di famiglie in povertà assoluta: per questo siamo al fianco delle organizzazioni che ogni giorno lavorano per offrire servizi di accoglienza, assistenza, ma anche sanitari e di prima necessità con l’obiettivo di ridurre le disuguaglianze sociali.

Proprio al fianco di Caritas, abbiamo sostenuto la ristrutturazione della Casa di accoglienza “Santa Giacinta”, punto di riferimento a Roma per persone senza dimora, o insieme a Fondazione Progetto Arca per gli Empori Solidali e Cucine Mobili, un progetto di sostegno alimentare per le persone più vulnerabili e senza dimora per ridare ai beneficiari una nuova dignità e aiutarli con programmi di accoglienza e supporto sociale.

Ulteriori esempi in questo ambito sono la nostra storica collaborazione al fianco della Comunità di Sant’Egidio a sostegno degli anziani e Varcare la soglia, il programma nazionale di Fondazione L’Albero della Vita per contrastare la povertà economica, sociale ed educativa che, con il nostro supporto, si è ampliato ed esteso a più città nel progetto CostellAzioni con attività che spaziano dal supporto finanziario e alimentare a quello didattico.

A favore dell’accoglienza e dell’assistenza dei civili in fuga dall’Ucraina, invece, abbiamo sostenuto progetti di Save The Children e UNHCR Italia: anche in questo caso siamo intervenuti dove c’era più bisogno, come ad esempio sul valico di frontiera a Tarvisio, nei Blue Dot, luoghi dove trovare soccorso e supporto medico,  psicologico, legale e linguistico.

 

{{item.title}}

Tutela della salute

Il nostro sostegno è rivolto a quelle associazioni del Terzo Settore che operano per portare cure a chi è in difficoltà e a chi lavora ogni giorno per rendere i servizi socio-sanitari più fruibili, inclusivi e innovativi per il benessere delle persone malate e delle loro famiglie.

Quando parliamo di pazienti più piccoli, l’importanza di far vivere loro la malattia nel modo più sereno possibile diventa una missione imprescindibile: per questo crediamo nell’efficacia di progetti come il nuovo Centro TOG Carlo De Benedetti a Milano, nato per dare una risposta innovativa alle sfide di tante famiglie, aumentando le opportunità riabilitative di bambini e ragazzi con patologie neurologiche. A salvaguardia dei bambini che vivono la difficile esperienza della malattia abbiamo sostenuto anche Fondazione Buzzi, donando all’Ospedale dei Bambini “Vittore Buzzi” di Milano un innovativo apparecchio per la risonanza magnetica pediatrica che ha consentito di raddoppiare il numero di esami diagnostici eseguiti ogni anno e ridurre la necessità e i tempi di sedazione.

Altri esempi di progetti a tutela della salute sono “Volontariato 4.0” di LILT Milano Monza Brianza e A Casa lontani da Casa per dare accoglienza e sostegno a chi è costretto alla migrazione sanitaria, e quello al fianco di AIL, cure domiciliari per pazienti anziani: un servizio di tipo infermieristico, medico, riabilitativo e psicologico per i pazienti over 65 in varie zone d’Italia per migliorare la qualità della vita nella propria casa senza dover affrontare il disagio dello spostamento.

In questo ambito è anche fondamentale l’informazione e la sensibilizzazione degli studenti per la prevenzione dei disturbi mentali: proprio su questo si concentra l’azione di Fondazione Progetto Itaca che in diverse città italiane promuove la crescita di una nuova consapevolezza sui temi della salute mentale nelle scuole e nelle famiglie.

Il diritto alla salute è dovuto a tutti, per questo abbiamo sostenuto S.F.I.D.E.  (Salute Femminile, Inclusione, Diritti ed Equità), il progetto di Emergency che vuole migliorare le condizioni socio-sanitarie di donne e bambini in stato di bisogno o migranti nelle province di Napoli e Caserta, offrendo vari tipi di cure, ma anche attività di prevenzione, supporto psicologico, mediazione linguistica e orientamento.

 

 

Da 20 anni e oltre per non lasciare indietro nessuno

I principali bisogni emergenti nell’attuale contesto nazionale ci spingono a proseguire il nostro cammino e a rinforzare e ampliare l’impegno in questi ambiti, in particolare: nel contrastare la povertà multidimensionale, in ogni sua forma (materiale, economica, occupazionale, abitativa, alimentare, educativa e sanitaria) e la sua trasmissione intergenerazionale; nel prevenire e nel lottare contro la violenza di genere e le discriminazioni; nel sostenere un’istruzione di qualità e inclusiva, contrastando l’abbandono scolastico e stimolando la costruzione di solide comunità educanti; nel favorire l’inserimento sociale e lavorativo di persone con fragilità e a rischio marginalità, anche in ambito carcerario; nel sostenere bambini e soggetti fragili che vivono l'esperienza della malattia; nel tutelare le persone dove ce n’è più bisogno.

Da 20 anni e oltre, siamo energia per chi aiuta.